CBD VS THC

THC e CBD sono composti diversi trovati nella pianta di canapa.

La marijuana contiene oltre un centinaio di composti chimici noti come cannabinoidi. Questi composti interagiscono con il nostro corpo attraverso il sistema endocannabinoide.

I due cannabinoidi più conosciuti sono il THC (tetraidrocannabinolo) e il CBD (cannabidiolo). Da sempre, il THC è riconosciuito come l’ingrediente psicoattivo presente nella pianta di cannabis responsabile degli effetti euforici che provoca se assunto.

La CBD e i suoi effetti positivi sul corpo umano sono stati trascurati fino a poco tempo fa. Ora sappiamo che il CBD se assunto è un forte anti-dolorifico e ha un potenziale enorme nel campo del benessere e della cosmesi.

Tanto è noto che il THC ti rende euforico, tanti sono i benefici che il CBD ha sul nostro copro.

Il THC è responsabile degli effetti euforici e psicotropici creati dalla pianta di cannabis. La ragione è che il THC si lega ai recettori CB1 (cannabinoidi 1) che si trovano nel cervello. Questo scaturisce l’effetto euforico.

Il CBD non si lega ai recettori CB1, quindi non ha un effetto psicoattivo. Ma il CBD ha molti altri effetti sul corpo e sulla mente. Gli scienziati hanno scoperto che il CBD opera in oltre 60 diversi percorsi molecolari.

I cannabinoidi interagiscono con i recettori dei cannabinoidi in tutto il corpo nel sistema endocannabinoide. Poiché il THC si lega facilmente ai recettori CB1, stimola il corpo in un modo specifico. I risultati sono rilassamento generale, sensi alterati, stanchezza e fame.

A differenza del THC, il CBD non stimola direttamente i recettori CB1 e CB2, ma bensì interagisce indirettamente con i recettori CB1 e CB2.

Oltre alla sua interazione meno diretta con i recettori CB1 e CB2, il CBD può aumentare i livelli di cannabinoidi naturali nel corpo umano (chiamati endocannabinoidi) inibendo gli enzimi che li distruggono.

Uno dei motivi per cui gli effetti terapeutici del CBD sono così prevalenti è la sua capacità di influenzare un’ampia gamma di recettori in tutto il corpo.

Il THC e il CBD hanno molti vantaggi e diversi usi. Il THC è spesso usato per i suoi effetti euforici, rilassanti e analgesici. Il CBD può essere usato per aiutare l’ansia, l’epilessia e, in alcuni casi, la psicosi.

Ecco alcuni esempi dei diversi usi dei due cannabinoidi:

Usi comuni del THC:

Anti-dolorifico
Anti-emetico
Rilassante muscolare
Euforia e rilassamento
Sonno e sonnolenza
Stimolare l’appetito

Usi comuni del CBD:

Anti-tumorale
Anti-dolorifico
Antinfiammatorio
Anti-stress
neuroprotettivo
anticonvulsivante
antipsicotico

Lascia un commento